Comprendere la risposta immunitaria nel COVID-19 – nuove opportunità e nuove intuizioni

Prof. Guy Richards - Charlotte Maxeke Academic Hospital, Johannesburg

Pubblicato da: deNovo Medica, July 2021 © 2021 deNovo Medica
Questo articolo descrive:

  • Il ruolo fondamentale della nicotinammide adenina dinucleotide (NAD+) in molteplici vie metaboliche e il suo ruolo critico nell’ambito della funzione immunitaria.
  • La biosintesi del NAD+ e l’uso di integratori per aumentare i livelli cellulari di NAD+.
  • Cosa si sa circa le interazioni tra il sistema immunitario e il SARS-CoV-2.

In questo articolo si legge [tradotto dall’inglese]:

  • “…I livelli di NAD+ diminuiscono con l’età e vengono altresì ridotti in condizioni associate con lo stress ossidativo quali ipertensione, diabete e obesità, condizioni queste in cui si è osservato un più elevato tasso di mortalità dopo l’infezione da SARS-CoV-2.”
  • “…Nuove intuizioni riguardanti le anomalie metaboliche e la risposta iper-infiammatoria associate al COVID-19 suggeriscono che una carenza di nicotinammide adenina dinucleotide (NAD+), evidenziata da un significativo incremento dello stress ossidativo, possa ritenersi un fattore primario correlato all’intero spettro della malattia e al rischio di mortalità.” (enfasi aggiunta)
  • “… Un opportuno apporto nutrizionale per ripristinare i livelli di NAD+ e degli enzimi associati potrebbe ridurre al minimo la gravità della malattia qualora somministrato sia in modo profilattico che terapeutico. L'importanza di questo, se dimostrata, avrebbe conseguenze di vasta portata nella gestione del COVID-19 soprattutto nei paesi del terzo mondo, dove le risorse e le finanze sono limitate” (enfasi aggiunta)
  • " ... Un recente studio clinico di fase II ha rilevato che la combinazione di un cocktail nutrizionale che includeva NR [Nicotinammide Riboside], insieme alle cure del protocollo standard, ha ridotto i tempi di guarigione di quasi il 30% rispetto al solo protocollo standard (6,6 vs 9,3 giorni) in 304 pazienti affetti da COVID-19 in forma da lieve a moderata…” (enfasi aggiunta)
  • "... La cellula ha particolari processi innati che fungono da prima linea di difesa contro i danni prodotti dall’attacco virale. Questi meccanismi di difesa tuttavia consumano e impoveriscono i livelli di NAD+ e, in tal caso, le difese immunitarie intracellulari possono risultare compromesse."
  • "Se c'è insufficiente NAD+ disponibile, allora le SIRT [Sirtuine] non sono in grado di sopprimere la replicazione virale o la risposta infiammatoria."
  • "Livelli di NAD+ insufficienti porterebbero ad una maggior persistenza virale e all'inibizione delle SIRT [Sirtuine] senza conseguente modulazione della produzione di citochine proinfiammatorie, che contribuiscono così all'iper-infiammazione e alla tempesta citochinica" (enfasi aggiunta)
  • "...NAD+ ha un ruolo vitale nel controllo dello stato infiammatorio in corso, dell'iperattivazione del sistema immunitario e persino della tempesta di citochine." (enfasi aggiunta)
  • "Esistono prove che suggeriscono che il COVID-19 interagisce con il metabolismo del NAD+ dell'ospite. Nelle interazioni ospite-patogeno, la deplezione di NAD+ e/o la cooptazione di vie generatrici di NAD+ hanno dimostrato di essere meccanismi comuni che compromettono le difese della cellula-ospite." (enfasi aggiunta)
  • "I soggetti a più alto rischio di sviluppare forme più gravi di malattia COVID-19 possono presentare una carenza di NAD+, i cui livelli diminuiscono ulteriormente con l'età e anche in condizioni di stress ossidativo.” (enfasi aggiunta)
  • "Il NAD+ è coinvolto in molteplici vie metaboliche tra cui il metabolismo energetico, e svolge diversi ruoli importanti nella funzione immunologica" (enfasi aggiunta)
  • "I livelli cellulari di NAD+ possono essere incrementati dall'uso di integratori a base di NAM [Nicotinammide], di NR [Nicotinammide riboside] o di NA [Acido nicotinico]" (enfasi aggiunta)

Grafico Understanding the immune response

Continua a leggere