Domande frequenti sul Nicomenthyl

Meccanismo d'azione e proprietà

Il Nicomenthyl penetra negli strati più superficiali della cute dove si idrolizza lentamente nei suoi componenti originari: Niacina e Mentolo.
Il Mentolo procura la tipica sensazione di fresco, la Niacina invece genera una sensazione di calore e contemporaneamente incrementa l’attività del microcircolo cutaneo (vasodilatazione cutanea modulata). Senza nessuna irritazione o sensibilizzazione.
La Niacina inoltre dà luogo ad una complessa serie di reazioni biochimiche, che conducono alla sintesi di importanti co-enzimi, tra cui la nicotinammide adenina dinucleotide (NAD). Il NAD interviene in centinaia di reazioni enzimatiche, quali ad esempio: processi di produzione di energia (ATP), reazioni metaboliche di ossido-riduzione, ciclo di Krebs, regolazione della segnalazione cellulare nel sistema immunitario, riparazione dei danni al DNA, rinnovamento delle cellule epiteliali, sintesi di lipidi essenziali (ceramidi) per la funzionalità e l'integrità della barriera cutanea, ecc.

Un test di Flussimetria Laser Doppler, condotto su 20 volontari di entrambi i sessi, usando una preparazione topica al 3% di Nicomenthyl, in comparazione a un controllo negativo (placebo), ha confermato un aumento statisticamente significativo dei valori di flusso microcircolatorio di quasi il 150% dopo 30 minuti e ancora del 90% dopo 60 minuti dall’applicazione. Senza nessuna irritazione o sensibilizzazione.

I maggiori benefici sono: a) aumento dell’apporto di ossigeno, sostanze nutritive e glucosio b) rimozione dei prodotti metabolici di scarto delle cellule epiteliali c) aumento dell’integrità della barriera cutanea.

Il concetto dell’integrità della barriera cutanea è molto importante in cosmesi funzionale. Si riferisce principalmente allo strato corneo (la parte esterna dell’epidermide) e descrive in pratica la forza e la versatilità della pelle e quanto essa è in grado di proteggere i tessuti e gli organi interni da fattori aggressivi esterni. La desquamazione dello strato corneo contribuisce alla rimozione di eventuali batteri e altri agenti infettivi depositatisi sulla sua superficie.

La barriera cutanea è altamente impermeabile, caratteristica questa che previene la perdita di acqua verso l’esterno e impedisce l’ingresso di agenti nocivi nei tessuti sottostanti, come ad esempio microorganismi, virus, agenti chimici, ossidanti, particolati inquinanti, particelle di fumo, radiazioni UV, ecc.

È lo scudo protettivo del sistema immunitario innato, una vera e propria “prima linea” di difesa contro microorganismi invasivi.

Mantere la funzione barriera della pelle in buone condizioni rientra perfettamente nella definizione generale di “prodotto cosmetico”: “… qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l’aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei” (Regolamento (CE) n. 1223/2009 del 30 novembre 2009 sui prodotti cosmetici, art. 2).

Perché, una volta assorbito attraverso la barriera cutanea, il Nicomenthyl rilascia lentamente niacina (Vitamina B3) nella pelle. La niacina è il precursore del coenzima NAD (Nicotinammide Adenina Dinucleotide), il più importante fattore biochimico responsabile dell’integrità della barriera cutanea.

Il NAD partecipa a più di 450 reazioni biochimiche, la maggior parte delle quali riguardano funzioni anaboliche e cataboliche essenziali, quali ad esempio: produzione di energia cellulare (ATP), stabilità cromosomica, riparazione del DNA, segnalazione cellulare immunitaria, reazioni di ossido-riduzione, rinnovamento epidermico, meccanismi di longevità cellulare, ecc.

Studi recentemente condotti dimostrano un altissimo grado di penetrazione, con un picco del 53,8% della dose applicata in soli 30 minuti. L’intero processo di assorbimento cutaneo si completa praticamente in un periodo di 24 ore dall’applicazione.

Il Nicomenthyl, essendo un potente attivatore del microcircolo cutaneo (grazie al suo lento e prolungato rilascio di Vitamina B3), ha profondi effetti benefici sul ciclo biologico del follicolo pilifero. L’aumento del flusso sanguigno prodotto dal Nicomenthyl alla base del bulbo pilifero è essenziale per l’ossigenazione, l’apporto di sostanze nutritive e l’eliminazione degli scarti metabolici. Tali funzioni sono determinanti per prevenire l’eccesso di caduta e consentire un rinforzamento e una crescita sana dei capelli.

Assolutamente sì. Il rilascio lento e prolungato di Vitamina B3 e l’attivazione del microcircolo cutaneo prodotti dal Nicomenthyl sono fattori essenziali per l’ossigenazione, l’apporto di sostanze nutritive e l’eliminazione delle scorie metaboliche in tutti i tipi di pelle.

Solo in meglio e in alcuni casi. Il Nicomenthyl infatti, a causa del suo alto punto di ebollizione, può agire come fissativo delle note più volatili, contribuendo così a ridurne la velocità di evaporazione e a migliorare la longevità dell’intera fragranza.

Perché sarebbe inutile. Se utilizzato a concentrazioni superiori rispetto a quelle raccomandate, la quantità di niacina rilasciata nella pelle dal menthyl nicotinate idrolizzato potrebbe provocare una vasodilatazione superiore a quella fisiologicamente necessaria (il cosiddetto niacin flush) e che potrebbe risultare fastidiosa, seppur non pericolosa.

Il Nicomenthyl può essere utilizzato in tutti i tipi di prodotti cosmetici ad una concentrazione che varia dallo 0,5-1% per prodotti viso, 0,5-3% per prodotti corpo e fino al 5% in prodotti “speciali” come ad esempio serum protettivi per la barriera cutanea, trattamenti tricologici anticaduta, preparati anticellulite, creme anti-fatigue gambe e piedi, ecc.

L’intensità dell’effetto sensoriale del Nicomenthyl dipende 1) dalla concentrazione nel prodotto finito 2) dal tipo di formulazione (es. emulsione acquosa, lozione idro-alcolica, composizione grassa o anidra, ecc.) 3) dalla presenza o meno in formula di particolari sostanze veicolanti come ad es. solubilizzanti, glicoli, alcoli, oli leggeri ad alta diffusione cutanea, ecc. 4) dalla zona del corpo su cui è stato applicato il prodotto.
Il modo migliore per valutare intensità e longevità dell’effetto sensoriale del Nicomenthyl è provarlo sulle labbra, ad una concentrazione del 3% in un prodotto a composizione acquosa.

Proprio grazie alle due porzioni della sua struttura molecolare, quella propria della Niacina (vasoattiva, riscaldante) e quella propria del mentolo (rinfrescante), il Nicomenthyl, opportunamente dosato e solubilizzato in prodotti cosmetici, esercita un effetto modulatore e sinergico nei confronti di molti altri agenti sensoriali, prolungandone l’efficacia nel tempo e riducendone l’aggressività sulla pelle.
Tipico per esempio è l’effetto che si ottiene combinando in un’unica soluzione Nicomenthyl e Mentolo: l’effetto rinfrescante del Mentolo viene per così dire ammorbidito, modulato e prolungato nel tempo, riducendone contemporaneamente gli effetti collaterali fastidiosi.
Analogo l’effetto modulatore sugli agenti sensoriali del caldo (che agiscono cioè sui termorecettori cutanei del caldo), quali ad es. Vanillil butil etere, Metil nicotinato, Olio essenziale di zenzero, ecc.: la porzione mentilica del Nicomenthyl agisce come una sorta di “attenuatore”, di equilibratore e modulatore della sensazione di caldo, “addolcendola”, moderandola e prolungandola nel tempo.

L’effetto sensoriale unico e “modulato” che è in grado di offrire il Nicomenthyl ha la caratteristica di essere particolarmente longevo, per cui è possibile avvertire il tipico “fresh tingling” anche dopo un’ora dall’applicazione di un prodotto contenente Nicomenthyl, a seconda ovviamente della concentrazione usata e del tipo di prodotto finito.